Per valutare la presenza del batterio di Legionella all’interno delle acque nelle strutture a rischio è necessario procedere ad un’analisi microbiologica.

Le Linee Guida del 05/05/2015 prevedono che il campionamento per l’analisi microbiologica deve essere effettuato prima che venga attuato un qualunque intervento di disinfezione o pratica preventiva (pulizia e/o disinfezione con qualunque metodo) oppure a distanza di un tempo congruo dalla sua esecuzione (rif. dopo circa 48 ore dall’avvenuta messa a regime dell’impianto post intervento).

E’ opportuno che il numero di campioni sia proporzionato alle dimensioni dell’impianto.

Per ciascun impianto di acqua calda sanitaria (ACS)  devono essere effettuati almeno i seguenti prelievi:

  • mandata (oppure dal rubinetto più vicino al serbatoio/i
  • ricircolo
  • fondo serbatoio/i
  • almeno 3 punti rappresentativi (ovvero i più lontani nella distribuzione idrica e i più freddi)

Per ciascun impianto di acqua fredda (AFS) devono essere effettuati almeno i seguenti prelievi:

  • fondo serbatoio/i
  • almeno 2 in punti rappresentativi (ovvero il più lontano nella distribuzione idrica ed il più caldo).